>
indietro musei
bettona
 
Situato in Piazza Cavour, il Museo della Città di Bettona ha sede nel Palazzo del Podestà e nel Palazzo Biancalana. Il primo fu edificato nel 1371 nell’ambito della ricostruzione della città ordinata dal cardinale Albornoz, il secondo, ottocentesco, era una dimora nobiliare dallo stile neoclassico. La collezione, legata alla storia locale, include due distinte sezioni.

La sezione archeologica ospita i reperti etruschi e romani che testimoniano le origini del territorio. Tra le opere più importanti, una magnifica testa marmorea di Afrodite risalente alla media età imperiale. Il percorso prosegue con la Pinacoteca ospitata nel piano nobile di Palazzo Biancalana e nel trecentesco Palazzo del Podestà dove, tra i numerosi dipinti, spicca la Madonna della Misericordia di Perugino.

SEZIONE ARCHEOLOGICA

La sezione archeologica del Museo dà inizio al percorso espositivo, fornendo testimonianza delle origini del territorio. Comprende manufatti etruschi, un numero consistente di terrecotte architettoniche, cippi funerari e di confine, rari esemplari di cippi di confine (tular), ceramiche, opere scultoree del periodo tardo-ellenistico e marmi di epoca romana.
Tra i pezzi più importanti della collezione figura una magnifica testa marmorea di Afrodite risalente alla media età imperiale.
Gli ori e gli altri reperti ritrovati nella tomba del Colle, scoperta nel 1913, sono invece esposti al Museo Archeologico Nazionale dell'Umbria di Perugia.

I lavori di rifacimento della pavimentazione di Piazza Cavour hanno portato alla luce un antico pozzo monumentale risalente alla fine del XV secolo; si tratta di una struttura a pianta circolare in conci di pietra arenaria squadrati; il diametro esterno a livello della piazza è di 6,40 m. Interessanti anche i resti di murature interrate e un tratto di sede stradale di epoca medievale.
L'area archeologica rinvenuta è visibile all'interno del percorso archeologico sotterraneo del Museo della Città.

PINACOTECA COMUNALE

Occupa il trecentesco palazzo del Podestà e alcuni ambienti della residenza della famiglia Biancalana, edificio ottocentesco in stile neoclassico.
Lungo la scala esterna, gli stemmi pontifici e gli affreschi della Maestà e santi e dei Santi Pietro e Paolo attestano il periodo di subordinazione della città al dominio dello Stato della Chiesa. La raccolta, formatasi dal 1904 comprende materiale di vario genere e strettamente legato alla storia locale. La Pinacoteca ospita una sessantina opere, in gran parte pittoriche, che spaziano dal Trecento all'Ottocento. Si segnalano il Sant’Antonio di Padova e la Madonna della Misericordia con i santi Stefano, Girolamo e committenti di Pietro Vannucci detto il Perugino, il San Michele arcangelo di Fiorenzo di Lorenzo, l’Adorazione dei pastori di Dono Doni, la Madonna in gloria e santi di Jacopo Siculo, i Santi Pietro e Paolo di Giuseppe Ribera detto lo Spagnoletto e la terracotta invetriata raffigurante Sant’Antonio di Padova riconducibile all’ambiente dei Della Robbia. Presenti anche un piccolo nucleo di arti minori, quali sculture, ceramiche, arredi lignei, sigilli e materiali lapidei.
 
PILLOLE DI MUSEO
scarica la miniguida
 
bettona - Museo della Città bettona - Museo della Città bettona - Museo della Città bettona - Museo della Città bettona - Museo della Città
 
tem
tem
 
Terre&Musei dell'Umbria © 2017 All right reserved
Credits: Sistema Museo; Dream Factory design - Cookies Policy - login