CONVEGNO "TESORI DALLE AMBASCIATE D’ITALIA IN EUROPA"

  • Amelia
  • 15 ottobre 2016
1° GIORNATA INTERNAZIONALE DI STUDI STORICO-ARTISTICI
 
Questa Giornata di studi organizzata in Amelia (Palazzo Petrignani) nasce con l'intento di presentare al pubblico, per la prima volta in un convegno, alcune delle opere più significative appartenenti alle collezioni che arredano otto sedi diplomatiche d’Italia in Europa (Berlino, Dublino, Lisbona, Parigi, Praga, Stoccolma e Vienna), di recente oggetto di un “Progetto di ricognizione”, svolto in parternariato tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Ministero  per i beni, le attività culturali ed il turismo (2011-2015), interamente finanziato dalla Società Arcus S.p.A.

Tali opere, attraverso diversificate attività (catalogazione di 1280 manufatti d’interesse storico-artistico, interventi di restauro di 22 opere d'arte e rinvenimento di 323 opere in prestito temporaneo dai musei italiani), sono state riacquisite all’interno del già ragguardevole patrimonio artistico italiano e attendono un’ulteriore significativa valorizzazione presso il pubblico.

Obiettivo del Convegno è richiamare l’attenzione dei giovani studenti, degli specialisti e del pubblico adulto su capolavori poco noti per la lontananza delle sedi, tra cui i molti “prestiti  temporanei”  provenienti dai musei italiani, dipinti, sculture e arazzi, per lo più, emigrati dalle sedi originarie agli inizi del Novecento, destinati ad arredo delle sale delle neonate Ambasciate d'Italia.

I relatori di questa giornata seminariale (l’arch. Francesco Scoppola, Direttore Generale per l’educazione e Ricerca del Mibact; il prof. Claudio Strinati – in video proiezione -, già Soprintendente per il patrimonio storico-artistico della Citta di Roma e dei musei del Polo Romano; Il dott. Zaccaria Mari, Archeologo della Soprintendenza per i Beni Archeologici  del Lazio, oltre alla stessa coordinatrice del Progetto e curatrice del convegno, dott.ssa Paola Mangia, Specialista in storia dell’arte med. e mod., già Direttrice Galleria Corsini e docente MIUR), attraverso i loro contributi, daranno l'opportunità ai partecipanti di dialogare con capolavori di architettura, archeologia, scultura e pittura dei secc. XV-XX, mentre Piero Badaloni, giornalista e scrittore, presenterà il volume Tesori dalle Ambasciate d’Italia in Europa. Berlino, Dublino, Lisbona, Parigi, Praga, Stoccolma e Vienna, foto P. Comegna, edito da Gangemi, novembre 2015 di cui è autrice la suddetta dott.ssa P. Mangia.

La Giornata si colloca in perfetta sintonia anche con l'attuale indirizzo normativo in materia di beni culturali che impegna una rete di più istituzioni per il rilancio, in questo caso, di un patrimonio italiano oltre confine appartenente alla collettività.
La sede di Amelia costituisce una particolare opportunità per la cittadina umbra che si sta avviando ad un’attenta valorizzazione sia del centro storico sia delle ricche emergenze monumentali.

Quest’iniziativa inaugura un programma annuale denominato Le Giornate internazionali di studi storico- artistici, che si avvierà quest'anno (2016) per la prima volta all' Ameria Festival.
 
PROGRAMMA

10:00
dott.ssa LAURA PERNAZZA
Saluto del Sindaco

10:15
dott. RICCARDO ROMAGNOLI
Saluto del Presidente della Società Teatrale

10:30
dott. PIERO BADALONI Giornalista e scrittore
Apertura dei lavori e presentazione del volume “Tesori dalle Ambasciate d’Italia in Europa. Berlino, Dublino, Lisbona, Parigi, Praga, Stoccolma e Vienna” di Paola Mangia

11:15
prof.ssa PAOLA MANGIA
Specialista in Storia dell'arte medievale moderna, Miur e già Coordinatrice Progetto “Ricognizione patrimonio Ambasciate estere”
Capolavori "riscoperti" dal patrimonio artistico di 8 sedi diplomatiche d'Europa

12:15
dott. ZACCARIA MARI
Funzionario archeologo Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l'Etruria meridionale
Sculture antiche nelle collezioni delle Ambasciate d'Italia in Europa

15:00
arch. FRANCESCO SCOPPOLA
Direttore Generale Istruzione e Ricerca, MIBACT
Palazzi storici per la diplomazia

15:45
prof. CLAUDIO STRINATI Studioso emerito, già Soprintendente per il Polo museale del Lazio e della città di Roma
Aggiornamenti su alcune opere delle sedi diplomatiche (in videoconferenza)

16:15
Chiusura dei lavori