Powered by

ERREX. Personale di Irene Veschi

  • Amelia
  • dal 10 febbraio 2019 al 31 marzo 2019
ERREX. Personale di Irene Veschi

La personale di Irene Veschi regala al Museo archeoilogico di Amelia le suggestioni e l’entusiasmo della sua sensibilità artistica, dinamica e coinvolgente, che l’hanno portata  ad essere premiata a Lodi come Giovane Artista del 2018.

Irene Veschi compie i suoi studi prima all’Istituto Statale d’Arte di Terni e poi presso la storica Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia nel corso di pittura. 
Una robusta formazione classica permette artista di confrontarsi con le tecniche del disegno, della pittura e dell’incisione. Tele di grande formato nelle quali il colore può distendersi in ampie campiture o raggrumarsi in brulicanti porzioni compositive; su fondi solo apparentemente monocromatici si snodano forme concave e convesse, linee frastagliate, rette, mistilinee, esplosioni segniche che interrompono l’equilibrio producendo movimento ritmico che misura il trascorrere del tempo e della vita. Le velature si sovrappongono incessantemente, lasciando visibili effetti cromatici di compenetrazione che strizzano ironicamente l’occhio alle ricerche futuriste di Giacomo Balla e all’amato pittore spagnolo Joan Mirò. 

Dopo gli ultimi successi avuti in Italia negli ultimi anni, dalla sua partecipazione alla mostra “Cromatica” al MACRO di Roma, alla personale all’interno del Caffè Pedrocchi di Padova, è stata premiata a Lodi come Giovane Artista del 2018 e con grande entusiasmo ha aderito all’invito del Museo Archeologico di Amelia. Lodevole è l’iniziativa di ospitare mostre d’arte contemporanea per valorizzare anche un patrimonio di arte antica, in una terra come l’Umbria, in cui le emergenze culturali sono molteplici e ovunque.