Festa del vino di Collemancio

  • Cannara
  • dal 30 giugno 2017 al 9 luglio 2017
Festa del vino di Collemancio


A Collemancio di Cannara torna la Festa del Vino, una tra le più antiche feste umbre dedicate al vino, occasione per degustare vini di prestigiose aziende, dagli “Chatogarage” alle produzioni biologiche, ma anche occasione per scoprire  e apprezzare le bellezze di Collemancio, borgo medievale di rara bellezza, con un notevole patrimonio archeologico e paesaggistico.

La manifestazione propone un ricco programma di eventi: concerti, degustazioni guidate di vini, rievocazione del Palio del Sasso, antica sfida di sassaiole tra i Castelli di Collemancio, Cantalupo e Torre del Colle , giochi e gare di carte, estemporanea di pittura, la tradizionale cavalcata, giochi popolari e tanto altro. Tutte le sere ci sarà l’apertura della Taverna del Castello dove poter degustare tante specialità enogastronomiche locali e non; saranno aperti anche punti ristoro a partire dalle ore 19:00. Durante la festa i visitatori potranno acquistare dei boccali di coccio e spillare direttamente il vino contenuto in botti posizionate lungo le vie del paese.

La manifestazione che richiama sempre un gran numero di visitatori è organizzata dall’ Associazione Culturale “Amici di Collemancio”, in collaborazione con le cantine vinicole e associazioni del territorio.

Il Museo Città di Cannara, in occasione della manifestazione apre le porte al pubblico dei visitatori, per favorire la fruizine del grande patrimonio culturale conservato nelle sue sale. Nei due fine settimana della manifestazione, visite guidate gratuite vi condurranno alla scoperta del prezioso tesoro proveniente dagli scavi archeologici del municipio romano di Urvinum Hortense, situato nei pressi del borgo di Collemancio.

Scopri il programma completo della Festa del vino!


PROGRAMMA VISITE GUIDATE

sabato 1 luglio
"Come si diventa pezzi da Museo"
ore 17.00 visita guidata al Museo Città di Cannara a cura di Sistema Museo
ore 18.30 visita allo scavo archeologico del Municipio Romano di Urvinum Hortense a cura di "Laboratorio archeologico follow the wall" dell'Università degli Studi di Perugia, impegnata direttamente negli scavi.
Evento interamente gratuito

domenica 2 luglio
ore 17.00 Visita guidata al Museo Città di Cannara a cura di Sistema Museo

sabato 8 luglio
ore 17.00 Visita guidata al Museo Città di Cannara a cura di Sistema Museo

domenica 9 luglio
"Come si diventa pezzi da Museo"
ore 17.00 visita guidata al Museo Città di Cannara a cura di Sistema Museo
ore 19.30 visita allo scavo archeologico del Municipio Romano di Urvinum Hortense a cura di "Laboratorio archeologico follow the wall" dell'Università degli Studi di Perugia, impegnata direttamente negli scavi.
Evento interamente gratuito



Info:
Museo Città di Cannara
via del Convitto, 20
06033, Cannara (Pg)
tel. 0742 615300 (sabato e domenica)
cannara@sistemamuseo.it


Il  museo
Allestito all’interno dell’ex convento delle Salesiane, il Museo Città di Cannara è stato inaugurato nel 2009. È dedicato alla storia di Cannara e del suo territorio ed offre l'occasione di conoscere e approfondire la storia del territorio comunale dalle origini fino all'età moderna.
Le sue sale conservano una cospicua raccolta di materiale archeologico proveniente dallo scavo di Urvinum Hortense, presso Collemancio, a testimonianza dell’occupazione del sito dall’età preromana al basso medioevo.d’onore è riservato al policromo mosaico termale proveniente dalle terme di Urvinum Hortense, di cui è possibile godere anche un’affascinante visione dall’alto. Questo mosaico risale al I-II secolo d.C. ed è il più grande ritrovamento proveniente dall’antico municipio romano. Il Museo ospita, inoltre, una raccolta di opere pittoriche e scultoree, medievali e moderne, provenienti dalle principali chiese della città e da alcuni palazzi nobiliari.

Urvinum Hortense
L'antico municipio romano di Urvinum Hortense, occupava un pianoro in posizione dominante, poco lontano da dove successivamente si sviluppò il borgo medievale di Collismanci (l'attuale Collemancio), ricordato nei documenti dal 1224. Urvinum divenne municipio dopo la guerra sociale (90-87 a.C.): da allora i suoi abitanti furono anche cittadini romani. Iscrizioni, monete, reperti ceramici e architettonici rivelano una notevole vitalità per il I e il II secolo d.C.
Le prime indagin archeologiche risalgono agli inizi del XIX secolo e furono eseguite dall'abate Giuseppe Di Costanzo. Dopo una lunga pausa d’arresto le ricerche ripresero nel 1932 grazie ad un valente insegnante di Cannara, il Prof. Giovanni Cannelli Bizzozzero, profondo cultore di antichità e di storia locale. Dalle ricerche di quegli anni, mirate soprattutto al recupero delle strutture della città antica, vennero recuperati moltissimi materiali tra cui lo splendido mosaico pavimentale delle terme pubbliche della città.