FESTIVAL DELLE NAZIONI A MONTONE

  • 30 agosto 2016

Città di Castello (PG), Montone, Umbertide, Citerna, San Giustino, Sansepolcro

23 agosto-3 settembre 2016

Concerto al museo di Montone per il Festival delle Nazioni


49° edizione Omaggio alla Francia

Artisti internazionali, progetti speciali, prime esecuzioni, grandi classici e piccole perle del repertorio, storia e memoria ma anche stringente attualità: con un programma articolato in tante istantanee ‘musicali’, la 49a edizione del Festival delle Nazioni dedicata alla Francia rievocherà ‘dal vivo’ le musiche, le atmosfere, i molteplici paesaggi sonori che attraversarono Parigi in quel cruciale momento storico, tra la fine dell’Ottocento e i primi due decenni del Novecento, che segnò il passaggio dalla classicità alla modernità.

Biglietto ridotto al Museo di San Francesco a Montone ai possessore della Festival Card.


Martedì 30 agosto ore 21:00
Montone, Chiesa di San Francesco
Sul treno dei fratelli Lunière
1895: Nasce il cinema
viaggio per voce narrante e immagini a cura di Ivan Teobaldelli
Daniele Furlati pianoforte
musiche originali di Daniele Furlanti Prima esecuzione assoluta
L’omaggio ad Auguste e Louis Lumière, i fratelli inventori del cinematografo, inizia da ciò che c’era prima: prima c’erano gli ambulanti delle ombre e i ‘maghi’ delle lanterne, che giravano di paese in paese a produrre meraviglie. C’era il kinetoscopio di Thomas Edison, che permetteva una visione individuale: si appoggiavano gli occhi sullo strumento e si guardavano scene fisse. O il bioscopio di Max Skladanowsky, che per alcuni tedeschi è ancora l’inventore del cinema. Esperimenti ancora acerbi che prepararono il terreno a ciò che presto diventerà la ‘settima arte’, la forma espressiva capace di rivoluzionare per sempre il mondo della comunicazione – parole, immagini d’epoca, fotogrammi dalle pellicole dei Lumière accompagnate dall’improvvisazione al pianoforte di Daniele Furlati – racconta la storia di quella incredibile invenzione la cui nascita ha una data precisa: era il 28 dicembre 1895, quando a Parigi, nel Salon Indien del Grand Café in Boulevard des Capucines, trentatré spettatori paganti guardarono arrivare quel fatidico treno.

E fu solo l’inizio: dopo il realismo dei fratelli abbiamo viaggiato sulla luna con i film di Georges Méliès (anche lui presente a quella prima proiezione), abbiamo ammirato le grandi dive come Asta Nielsen, l’Eleonora Duse del nord. Poi venne il sonoro, ma quella è un’altra storia.

 

Vai al sito dell'evento

 


Info:
Museo Montone
Via San Francesco
telefono/fax: 075 9306535
montone@sistemamuseo.it