LUCI SORGENTI9. ESPOSIZIONE DI ARTE CONTEMPORANEA

  • Cascia
  • dal 21 maggio 2016 al 26 giugno 2016
A cura di: Comune di Cascia, Miriam Montani, Sistema Museo
Ideazione e Progetto: Miriam Montani
Comitato promotore: Gino Emili sindaco del Comune di Cascia, Lanfranco Castellucci assessore alla cultura / Sistema Museo di Cascia
Coordinamento generale: Fulvio Porena responsabile dei beni culturali del Comune di Cascia

Dopo l’esperienza positiva delle passate edizioni, l’assessorato alla cultura del Comune di Cascia ha dato il patrocinio e sostegno alla nona edizione di LuciSorgenti / Esposizione d'Arte Contemporanea, evento ideato nel 2008 dallo Studio A’87.

Nel Museo Civico S. Antonio sarà visibile l'esposizione personale di Marta Allegri dal titolo A_fresco. Non un luogo più appropriato per la personale dell'artista: una chiesa – dedicata ad un santo, quale S. Antonio Abate, legato alla tradizione contadina – dai colori caldi della terracotta e del legno, dove far comunicare la dimensione rurale delle opere di Marta Allegri, che da anni riflettono sulla natura e l'architettura abbandonata delle campagne venete. Tra le opere avremo: un tappeto di mattoni, trovati tra le case in rovina, ai piedi dell'altare maggiore, che porta con sé lo strappo delle immagini fotografiche delle case abbandonate di Cavarzere, città in cui vive.
Questo si relaziona con gli affreschi intatti presenti nella chiesa. Il suo è un affresco strappato sia per la tecnica che per l'immagine dell'abbandono architettonico, strappato al paesaggio. Saranno presenti anche delle piccole opere realizzate con le reti industriali, con cui l'artista lavora da anni, per richiamare qui, i recinti degli animali, le finestre dei fienili, e le barriere protettive dei luoghi montuosi. Per concludere il “pellegrinaggio” a Cascia dell'artista, è posto – in un punto raccolto della chiesa –, un grande mazzo di fiori a forma circolare, composto da tanti piccoli mazzetti di papavero, o meglio dal loro pistillo tinteggiato.

Nel Museo Civico Palazzo Santi, invece, sarà visibile l’esposizione collettiva dei giovani artisti, dal titolo, In transitum con Bruno Amplaz, Rob van den Berg, Sofia Bonato, Giovanni Sartori Braido, Cristina Calderoni, Ilaria Fasoli, Annamaria Maccapani, Luca Marignoni, Miriam Montani, Aran Ndimurwanko e Giulia Sacchetto. Gli artisti, formatisi presso l'accademia di Belle Arti di Venezia, dopo le due passate esperienze insieme – quali l'esposizione In Orbita, presso L'ex Ospedale degli incurabili di Venezia, e la residenza artistica Riparare/prendersi Cura, – presso l'Ex Colonia Eni di Borca di Cadore, (ProgettoBorca - Dolomiti Contemporanee) – hanno deciso di dar forma ad un altro progetto espositivo, questa volta portando in “campo” la propria ricerca individuale, senza vincoli di tema, e senza doversi rapportare per forza con il luogo che accoglie i loro lavori – anche se per la maggiore, questo tipo di rapporto è inevitabile.
Il titolo In transitum, di passaggio, sta proprio per il loro essere passanti in un museo che ospita opere del '300 e '400, ma anche ritrovamenti di epoca romana. L'esposizione e i testi sono a cura degli artisti come esigenza necessaria alla loro ricerca.

Nella Biblioteca comunale, sarà visibile un video dell'artista e poetessa Libanese Laure Keyrouz e un suo scritto dedicato alla sua terra. Il paesaggio nevoso libanese, entra subito in dialogo con il paesaggio montuoso di Cascia. Una grande palla di neve viene a formarsi per mano dell'artista, forse fino a coprire – come scrive e pronuncia l'autrice – “I passi della notte”.

ORARI DI APERTURA:
MAGGIO: giovedì 16:00-18:30, venerdì, sabato e domenica 10:30-13:00 / 16:00-18:30
GIUGNO: giovedì 16:00-18:30, venerdì, sabato, domenica e festivi 10:30-13:00 /16:00-18:30

INFO E PRENOTAZIONI:
Palazzo Santi
Tel. 0743 751010
palazzosanti@libero.it